via Kassel, 17 - Firenze Sud, zona viale Europa
055 65 32 386
vascolare-laser-logo

Vascolare

Laser vascolari

Per trattare una lesione vascolare si utilizzano laser la cui emissione è assorbita dall’emoglobina che è la proteina presente nei globuli rossi del sangue responsabile del trasporto dell’ossigeno ai tessuti.
Le lesioni vascolari comprendono i capillari del volto, la couperose, i capillari degli arti inferiori e le malformazioni vascolari come gli angiomi piani (voglia di fragola o chiazza vino di porto). Applicazioni non convenzionali per patologie con componente vascolare sono i trattamenti che riguardano i cheloidi, le cicatrici ipertrofiche, le smagliature rosse, le verruche volgari o porri (anche plantari), le verruche piane (anche nei bambini) e le cicatrici post-acneiche con arrossamento persistente.
Attualmente tra i laser vascolari più utilizzati ricordiamo il laser Nd:Yag 1064 nm e il Pulsed Dye Laser 595 nm.
Il laser Nd:Yag 1064 nm  presenta una grande versatilità nel trattamento delle lesioni di tipo vascolare: è infatti utilizzato con successo per trattare capillari del volto e degli arti inferiori, angiomi rubino e spider angiomi, laghi venosi delle mucose e pseudomucose, angiocheratomi e gli aspetti nodulari del port wine stain (PWS).
I Dye laser 585-595nm sono molto efficaci nel trattamento del PWS (voglia di fragola o chiazza vino di porto) dove con pochi passaggi si ottiene un significativo schiarimento della zona trattata. Questo laser, essendo dotato di spot molto grandi (10-12 mm), è ideale anche per trattare arrossamenti diffusi del volto, capillari molto ravvicinati e sottili e angiomi stellati. Dopo il trattamento macchie chiare o scure transitorie possono essere presenti nel 25-30% dei pazienti trattati.
I capillari del volto, la rosacea (couperose) e la pecilodermia possono essere trattate anche con luce pulsata con filtro adeguato o con luce pulsata rodaminata.a.

Aspettative

I laser per il trattamento delle malformazioni vascolari sono selettivi (target emoglobina) e non provocano sulla cute alcuna abrasione. L’effetto visivo è quello di una porpora con reazione eritemato-edematosa, con mantenimento dell’ integrità dell’epidermide. Sarà quindi necessario in prima, seconda e terza giornata applicare impacchi freddi (non ghiaccio) eseguiti con garze sterili imbevute di soluzione fisiologica e successivamente creme o unguenti emollienti; tale medicazione va ripetuta 2-3 volte al giorno. Da evitare l’esposizione solare per almeno sette giorni; la fotoprotezione va comunque protratta per almeno un mese.
In genere sono garantiti risultati buoni e duraturi con scarsi effetti collaterali.

Terapia

Il trattamento laser dei capillari richiede una o due sedute, distanziate di circa 2-3 mesi l’una dall’altra. La procedura prevede l’utilizzo di un sistema di raffreddamento durante e dopo la seduta e l’applicazione di gel rinfrescante presso il proprio domicilio per 5-6 giorni.
Il trattamento degli angiomi piani necessita di un numero variabile di applicazioni, con un intervallo di circa 60-70 giorni una dall’altra.
Un numero variabile di applicazioni è necessario anche per il trattamento della rosacea e della pecilodermia.

Follow-up

A seconda della lesione trattata viene programmato un follow-up per valutare l’efficacia nel tempo.

 

TRATTAMENTO

Prima del trattamento

Dopo il trattamento